04 marzo 2008

Heineken Jamming Festival 2008.

Heineken Jamming Festival 2008.
Dal 20 al 22 giugno, confermata la Location, il parco San Giuliano di Mestre diventa la nuova casa del Festival.

Sex Pistols, Police, Vasco, ma anche Linkin Park, Chris Cornell, Counting Crows, Alanis Moristette, Iggy Pop and the Stoogies, Marlene Kuntz, Matmata, Linea 77.

Nessun recupero dei Pearl Jam perchè non sono in tour. Niente Rage causa motivi familiari della moglie del batterista incinta.

Ecco l'ansa:


MUSICA: HEINEKEN RIPARTE DA VASCO, SEX PISTOLS, POLICE /ANSA
DAL 20 AL 22 GIUGNO, FESTIVAL TORNA A VENEZIA DOPO IL TORNADO
(ANSA) - MILANO, 4 MAR - Vasco Rossi, i Police, i Linkin Park
e i Sex Pistols saranno i protagonisti dell'undicesimo Heineken
Jammin Festival, che si terra' dal 20 al 22 giugno al Parco San
Giuliano di Venezia, che ospito' l'ultima edizione della
kermesse, funestata da un 'down burst', una sorta di uragano che
fece 18 feriti e comporto' la chiusura anticipata della
manifestazione.
Sulla scelta di tornare a Venezia, l'organizzatore Roberto De
Luca sdrammatizza con una battuta: ''durante la guerra ci si
rifugiava sempre dove era appena caduta una bomba...'', ma poi
sottolinea che ''il fenomeno dell'anno scorso non era
prevedibile da nessun ufficio meteorologico, anche la perizia
depositata dalla commissione incaricata dal giudice ha
confermato l'assoluta importanza di quest'evento atmosferico''.
Tanto che per giugno ''non si prevede una sicurezza diversa
dal solito, quello che era stato fatto nel 2007 era
assolutamente all'altezza, ma nulla puo' fermare un vento che
soffia a piu' di 150 chilometri all'ora''. Rispetto all'ultima
edizione, ''l'unica cosa diversa e' la riduzione della capienza
a 80 mila persone al giorno, ma non ha niente a che fare con la
sicurezza''. A sottolineare la coesione tra organizzazione e
luogo, la presenza, oggi alla conferenza stampa di Milano, delle
autorita' locali. Il sindaco di Venezia Massimo Cacciari ha
ricordato che ''la commissione prefettizia, che ci sara' anche
quest'anno, lo scorso aveva dato parere favorevole a tutto: non
si puo' ipotizzare uno tsunami per ogni spettacolo, per ogni
evento ci sono standard di sicurezza verificati da una
commissione''. ''Non tutto il male comunque, viene per nuocere''
ha aggiunto Cacciari, ricordando che ''subito dopo il tornado,
io e De Luca abbiamo deciso che avremmo rifatto comunque il
festival li', l'anno dopo''. Dove, ha confermato De Luca,
restera' anche per le prossime edizioni.
La kermesse rock si sposta quindi definitivamente dalla sede
storica di Imola a quella scelta per il decennale. A garantire
la continuita', la presenza di Vasco, di cui si dichiara fan
persino il sindaco Cacciari. Nell'ambito del suo tour, il rocker
il 21 giugno presentera' al Jammin il suo nuovo album, in uscita
il 28 marzo, 'Il mondo che vorrei'. Prima di lui, sul palco,
gruppi emergenti come No conventional sound, Mab e Matmata,
oltre ai Marlene Kuntz. Il 20 giugno sara' Iggy Pop, nella sua
unica data italiana con gli Stooges, ad aprire il festival. Dopo
l' 'iguana', palco e microfono a Chris Cornell, storica voce dei
Soundgarden, in versione solista, e ai torinesi Linea 77.
Co-headliner della giornata, i fondatori del punk, i Sex
Pistols, e i padrini del nu metal, i Linkin Park.
Quella di domenica 22 giugno, invece, potrebbe essere
l'ultima occasione italiana per vedere insieme i Police: pare
infatti che dopo questa tournee, la band di Sting si sciogliera'
definitivamente. A preparare il pubblico alla loro ultima
apparizione, il rock di Counting Crows, Baustelle e Alanis
Morisette. De Luca avrebbe voluto nel cast anche alcuni gruppi
previsti e poi saltati l'anno scorso, ma ''i Pearl Jam non
saranno in tour e la moglie del batterista dei Rage Against The
Machine deve partorire proprio intorno al 20, quindi il gruppo
ha fissato come ultima data il 15 giugno, giorno in cui -
anticipa - si esibiranno allo stadio di Modena''. Sull'eta'
media dei protagonisti del festival, De Luca nota che ''il
problema e' che manca una nuova generazione di musicisti, senno'
non si spiegherebbe il successo di Madonna o degli Stones''.
(ANSA).

GGD
04-MAR-08 16:55

5 commenti:

manuel ha detto...

Non mi piace un gran che' per ora...spero in novita' piu' interessanti.

Edo's blog ha detto...

De Luca dice che l'eta dei musicisti che suonano al festival è alta a causa del fatto che non c'è una nuova generazione di musicisti. Io credo che sia sempre colpa del fatto che una volta uscivamo 5 dischi in un mese nei negozi e la formula era "o ti piace o non ti piace" e certe cose ce le siamo fatte piacere. Ora c'è tanta di quella possibilità di reperire musica che è più difficile affezionarsi ad un gruppo come una volta.

manuel ha detto...

Giustissimo Edo! Non avrei saputo usare parole migliori per esprimere un concetto che mi trova completamente in accordo, quindi complimenti!

Aggiungo: la scelta dell' anno passato mi era sembrata giusta: metal il primo giorno, rock e dintorni il secondo/terzo e l'immancabile Vasco a chiudere il tutto. Quest' anno (per ora) niente metal (...e pensare che i Metallica hanno riempito per ben 2 volte l' autodromo di Imola), rock di 30 anni fa (massimo rispetto sia per S.P. che per Police, ma avrei preferito ritrovarmi Aerosmith oppure Ac/Dc, se proprio si volevano dinosauri). Vasco cmq non manca mai, ma per questo li capisco. Perche' nessuno rischia? Qualche anno fa c'era il Beach Bum Rock Festival che dettava legge nel panorama alternativo...quanto pagherei per un festival di questo tipo, magari con Tool, Meshuggah, Kyuss(R.I.P.) ed Alice in Chains un giorno e Pearl Jam, R.A.T.M. e Coldplay un altro...mi sa che chiedo troppo...

Edo's blog ha detto...

beh hai fatto un po' di fantafestival...bisogna anche tenere conto delle band che sono a disposizione. è chiaro che se gli ac dc fossero stati in tour, qualcuno degli organizztori di qualche festival non se li sarebbe fatti scappare così come aerosmith e pearl jam e poi tieni presente che l'heineken non è un festival metal, ma prende ispirazione dai festival più internazionali dove la proposta è spesso più eterogenea e un po' più pop. Confesso che preferisco vedermi i metallica, gli iron, gli slayer e i vr al gods, che è casa loro, e trovo più naturale che police, sex pistols e vasco suonino all'heineken, ma il metal ha sempre riempito le arene, quindi anche l'hjf lo ha trattato.

Edo's blog ha detto...

il beach bum? ho presentato l'edizione 99. Se è morto un motivo ci sarà...