31 maggio 2008

ci siamo quasi

Mancano poche ore alla fine di rock fm...sono confuso, ora tutto sembra "normale" come un giorno qualsiasi...tra qualche ora andrò in onda più o meno alla solita ora di sempre, ma non sarà come sempre. L'unica cosa in comune sarà che sento il tempo volare inesorabile.
Fino a oggi non vedevo l'ora di cominciare, oggi ne farei a meno.

30 maggio 2008

Le foto dell'ultima settimana a Rock fm



con Cristina dei Lacuna




Rock fm all stars band a gello


Con Cla e Fratellis


con Vallanzaska

Acidità (bruciore di stomaco)

Oggi è così:

Bruciore di stomaco, acidità di stomaco e pirosi sono termini equivalenti. Il disturbo è la conseguenza di un'eccessiva secrezione acida, che riesce a superare lo strato di muco che protegge la parete dello stomaco provocando dolore e infiammazione. L'aumento dell'acidità può essere dovuto a molte cause: la prima sono i pasti troppo abbondanti (e si parla di indigestione), ma lo stesso effetto hanno l'abuso di caffè, alcol e tabacco. Esistono poi situazioni legate a caratteristiche individuali (la reazione a particolari cibi o allo stress) o all'assunzione di determinati farmaci (aspirina, antinfiammatori come l’ibuprofene, piroxicam eccetera).

ACIDITÀ (BRUCIORE DI STOMACO): QUALE FARMACO USARE
In questo caso si impiegano i farmaci chiamati antiacidi. Si tratta, in linea di massima, di preparazioni molto semplici a base di sostanze leggermente alcaline, in grado di neutralizzare l'acido gastrico e ridurre il dolore. La più conosciuta è il bicarbonato di sodio, che agisce molto rapidamente ma il cui effetto svanisce con altrettanta velocità; seguono i composti di alluminio, che vantano un'azione molto più persistente esattamente come i composti di magnesio, la terza grande categoria di antiacidi. Queste sostanze possono essere abbinate tra loro oppure con altre sostanze con funzioni diverse. Gli alginati, per esempio, sono spesso aggiunti alle preparazioni "digestive" per evitare che l'acido gastrico risalga dallo stomaco all'esofago provocando irritazione e dolore in questa zona (il cosiddetto reflusso gastroesofageo). Gli antiacidi sono disponibili in compresse masticabili, in sospensione (una specie di pappa gessosa che può anche essere aromatizzata), o in preparazione effervescente (cioè in polvere da sciogliere nell'acqua). La loro efficacia è massima se vengono presi a una certa distanza dalla fine del pasto: da una a tre ore.


Principi attiviAntiacidiAlginati
Avvertenze, controindicazioni ed effetti collateraliL’assunzione di antiacidi non deve diventare quotidiano, a meno che non l’abbia prescritto il medico. Infatti l'acidità e il bruciore di stomaco possono essere sintomi di malattie gravi (dall'ulcera al cancro dello stomaco) e deve essere il medico a stabilire se questa è la causa dell’acidità. Nei bambini sotto i sei anni è meglio non somministrare antiacidi se non su indicazione del pediatra, mentre negli anziani è meglio ridurre le dosi (gli effetti indesiderati sono infatti più probabili). Chi soffre di ipertensione, infine, dovrà scegliere preparazioni che contengano basse quantità di sodio - Gli antiacidi a base di alluminio possono provocare stitichezza e, a dosi elevate per periodi prolungati, interferire col metabolismo dell'osso (perché contrastano l'assorbimento dei fosfati dai cibi) e causare stati di astenia (debolezza). - I composti a base di magnesio possono invece provocare diarrea. Inoltre l'accumulo di magnesio nell'organismo (facile nelle persone affette da disturbi renali) provoca anch'esso astenia. - Anche del bicarbonato di sodio non si deve abusare, perché in particolari categorie di persone (malati di fegato e di cuore) può determinare uno squilibrio del rapporto acido-basico del sangue o la ritenzione di liquidi, in particolare nelle gambe e nei polmoni. - Quando si è fatto uso di antiacidi per un certo periodo, se si sospende il farmaco la produzione di acido gastrico aumenta di colpo. Un effetto comune agli antiacidi è quello di rompere il rivestimento delle compresse gastroresistenti, cioè quelle studiate per ridurre gli effetti dannosi sullo stomaco di alcuni medicinali (aspirina, antinfiammatori), facendo venire meno l'effetto protettivo.

29 maggio 2008

Emozione part 3

Oggi è così ...ah i Clash!

- traduzione di radioclash.it


THE GUNS OF BRIXTON

When they kick at your front door How you gonna come With your hands on your head Or on the trigger of your gun
When the law break in
How you gonna go
Shot down on the pavement
Or waiting on death row
You can crush us
You can bruise us
But you'll have to answer to
Oh the guns of Brixton
The money feels good
And your life you like it well
But surely your time will come
As in heaven as in hell
You see he feels like Ivan
Born under the Brixton sun
His game is called survivin'
At the end of The Harder They Come
You know it means no mercy
They caught him with a gun
No need for the Black Maria
Goodbye to the Brixton sun
You can crush us
You can bruise us
But you'll have to answer to
Oh the guns of Brixton
When they kick at your front door
How you gonna come
With your hands on your head
Or on the trigger of your gun
You can crush us
You can bruise us
You can even shoot us
But oh…the guns of Brixton
Shot down on the pavement
Waiting on death row
His game was survivin'
As in heaven as in hell
You can crush us You can bruise us
But you'll have to answer to Oh the guns of Brixton

LE PISTOLE DI BRIXTON

Quando prenderanno a calci la tua porta Come conti di uscirne? Con le mani in alto O sul grilletto della pistola? Quando irromperà la legge Che fine farai? Steso morto sul pavimento O in attesa nel braccio della morte? Potete schiacciarci Potete pestarci Ma dovrete rispondere Alle pistole di Brixton Il denaro fa un bell'effetto E sei soddisfatto della vita che fai Ma senz'altro verra la tua ora Tanto in paradiso quanto all'inferno Vedi lui si sente come Ivan Nato al sole di Brixton Il suo gioco si chiama sopravvivenza Alla fine di "They Harder They Come" Sapete che significa "nessuna pieta" L'han fatto secco con un fucile Non c'è bisogno del furgone cellulare Addio al sole di Brixton Potete schiacciarci Potete pestarci Ma dovrete rispondere Alle pistole di Brixton Quando prenderanno a calci la tua porta Come conti di uscirne? Con le mani in alto O sul grilletto della pistola? Potete schiacciarci Potete pestarci Si, anche spararci Ma oh… le pistole di Brixton Steso morto sul pavimento O in attesa nel braccio della morte Il suo gioco era la sopravvivenza Tanto in paradiso quanto all'inferno Potete schiacciarci Potete pestarci Ma dovrete rispondere Alle pistole di Brixton

28 maggio 2008

Emozioni part 2

Sono le 23.42 e sono ancora in radio, mi mancheranno questi studi...sempre un messaggio veloce per riassumere il susseguirsi di grandi emzioni che questa ultima settimana di chiusura di rock fm mi sta regalando.

Dopo la giornata di ieri nella quale ho parlato a telefono Glenn Huges e ho condotto e diretto la Nottedo nella quale con i diversi ospiti musicisti ci siamo avvicendanti agli strumenti e sessionato alla grande, con un vero e puro spirito rock n roll, oggi pomeriggio, dopo aver ricevuto una notizia che certo non mi entusiasma visto che mette in bilico le mie certezze lavorative anche "dall'altra parte", sono stato insieme a Claudia in onda con i Lacuna Coil con Pizza, Cristina e Andre con i quali si è ulteriormente confermata quella "teoria" per la quale quella del rock, è una grande famiglia fatta di gente interessante e splendida.

Qualche ora di sonno mi farebbe bene dal momento che la scorsa notte non ho concesso troppe ore al mio cuscino, ma in radio si continua a respirare un'atmosfera unica. Ho appena assistito alla reunion (solo per rock fm) dei mitici Ritmo Tribale e si stanno susseguendo al microfono della radio una serie di amici chiamati Pay, Thee Stp, The Fire con special guest Alberto Camerini, mentre Umberto continua a filmare il filmabile per il documentario che realizzerà sulla nostra chiusura.

e' sempre più bello...è sempre più brutto.

27 maggio 2008

Emozioni part 1

Quante emozioni da raccontare, purtoppo non riesco a tenere il blog come vorrei.




Vorrei dedicare un bel post alla serata di Gello con la Rock Fm All stars Band e la rock family, vorrei fare un post sulla prima giornata dell'ultima settimana di Rock fm ( per chi non lo sapesse la radio per la quale lavoro che chiuderà il 31 maggio) e raccontarvi della mia jam con la Treves Blues Band ( la trovate sul mio spazio www.myspace.com/edorossi) e di tutti gli ospiti che sono venuti a trovarci.

Vorrei raccontarvi di un sacco di cose ma tra poco arrivano in radio gli Aferhours e poi ci saranno i Ministri e Il Maniscalco Maldestro e i Movida e stasera, dopo la P.F.M. toccherà alla Nottedo, sarò in diretta dalle 0.00 alle 4.00/5.00...non so vedremo, con jam e festa annessa, con i miei dischi ecc ecc

Come avrete capito qui s'improvvisa!!!! Keep in touch!!!!

23 maggio 2008

Weekedo

Frank Bello (Anthrax) Zakk Wylde (Ozzy / Black Label Society) Edo (Rockfm all stars band/ Acamporas?)

Venerdì 23 maggio 2008

Jamabalive (Rapallo)
Dj set
dopo Obo e Ricochet
ore 23.00



Edo - P.zza Liberty - Milano - foto by Nino

Sabato 24 maggio

Area Gens - Gello Pontedera (Pisa)
Rockfm all stars band
(Farewell tour)
ore 23.00

RADIO: ROCKFM, DA LUNEDI' COUNTDOWN PER LA CHIUSURA CON L'OMAGGIO DEI BIG

Roma, 23 mag. (Adnkronos) - Partira' lunedi' prossimo la

settimana di addio di RockFm, la radio simbolo del rock in Italia che

chiudera' le trasmissioni alle 18.00 del 31 maggio dopo 18 anni di

vita, musica e rock'n'roll. Per rendere omaggio all'emittente negli

studi di Via Locatelli a Milano sfileranno diversi big del rock

nostrano: Baustelle, Marlene Kuntz, Piero Pelu', PFM, Afterhours,

Cristina Dona', Linea 77, Lacuna Coil e Bugo.



Dal 26 al 30 maggio sono previste infatti esibizioni e

interventi di questi artisti e di molti altri, tra cui: 3 allegri

ragazzi morti, Ritmo Tribale, Pino Scotto, Vallanzaska, Paolo

Benvegnu', Zen Circus, Rezophonic, Movida, Alberto Camerini, New

Trolls, Ministri, Giulio Casale e The Styles.



Il 30 maggio partira' poi una diretta di 24 ore con tutti i DJ

che hanno preso parte al progetto RockFM: Marco Garavelli, Max De Riu,

Claudia, Roberto 'Freak' Antoni, Fabio Treves, Edo Rossi, Ariele,

Maurizio Faulisi, il Metius, Mox Cristadoro, Giulio Caperdoni. Insieme

a loro ci saranno diversi colleghi ospiti: Ringo, Stefano Monticelli,

Ilario Lo Russo, Elena Di Cioccio, Odette Di Maio, Dani, Graziano

Melzi, Gauchao, Stefano Cerati, Luca De Gennaro. Alla fine delle 24

ore di diretta, alle18.oo di sabato 31 maggio tutte le trasmissioni

termineranno e sulle frequenze di RockFM ci sara' solo silenzio. Un

silenzio al quale sara' difficile abituarsi. Lo staff di RockFM, per

rimanere in contatto con il suo pubblico, per preservare la storia e

tenere viva la voce di chi ha ascoltato e amato questa grande radio ha

aperto il sito www.rockfamily.it con una pagina dedicata alle news, un

forum e un blog nel quale sara' possibile comunicare direttamente con

i DJ che ogni giorno per tutti questi anni hanno dato vita alla radio.



(Spe/Gs/Adnkronos)

22 maggio 2008

Il Maniscalco Maldestro live @ Roxy Bar

Rock on! Martedì 27 alle 18.30 saranno su rock fm e da mezzanotte parteciperanno alla jam session all'interno della nottEdo

la mia vita in ozio - live @ Roxy bar

Rock FM chiude. I dj traslocano in rete. Articolo intervista con Edo Rossi su Mentelocale.it

Ecco un articolo scritto anche in base ad un'intervista realizzata con me da Stefania Teardrop del portale ligure mentelocale.it, piattaforma internet ligure che da tempo sta aggiornando i propri lettori sulle sorti di Rock Fm, oltre a raccogliere i commenti e le lettere di chi esprime pareri sulla chiusura della nostra amata.

Un saluto ed un ringraziamento a Teardrop e a tutta la redazione del sito per il supporto e l'affetto dimostrato in concreto.

Ecco l'articolo.

http://www.mentelocale.it/musica_notte/contenuti/index_html/id_contenuti_varint_20879

Chiusura Rock Fm - L'ultima settimana


Come spesso ricordato in onda, l'ultima settimana di vita di Rock Fm sarà vissuta in pieno stile "freestyle" con ospiti e conduttori associati che si susseguiranno in un palinsesto improvvisato di volta in volta.

Questi i nomi già confermati e fissati con tanto di orari per la settimana da lunedì a giovedì a breve i nomi e i programmi della 24 ore conclusiva.

Lunedì 26 Maggio ;
14.30 Bugo - 16.00 Skiantos - 16.30 The Styles - 17.00 Treves Blues Band - 18.00 Zen Circus - 19.00 Kissexy


Martedì 27 maggio ;
14.30 Glenn Huges - 15.00 Claudio Trotta (Barley Arts) - 16.30 Afterhours - 18.00 Ministri - 18.30 Il Maniscalco Maldestro - 19.00 Movida - 19.30 Rezophonic - 21.00 P.F.M. - 0.00 NottEdo con Edo Rossi


Mercoledì 28 maggio ;
ore 16.00 New Trolls - ore 17.00 Giulio Casale - ore 21.00 Ritmo Tribale

Giovedì 29 maggio ;
ore 15.00 Linea 77 - ore 16.00 Pino Scotto - ore 17.00 Extrema - ore 21.30 Vallanzaska

Venerdì 30 maggio ; ore 18.00 Inizia la 24 finale. a breve ulteriori dettagli...

Napster dichiara guerra a Itunes



Io sono di quelli che preferisce comprare dei dischi, detesto acquistare canzoni singole, se non per utilizzi lavorativi. Credo che un disco vada ascoltato dall'inizio alla fine per contestualizzare il lavoro che è stato fatto per assemblarlo. Non voglio fare il buonista a tutti i costi, ma credo che la digitalizzazione della nostra vita, ci stia psicologicamente facendo diventare dei pigre e stufe, perchè oltremodo appagate, masse di carne e ossa.

Detto questo vi riporto la notizia che parla della nascita del secondo grande colosso per quanto riguarda la vendita dei files digitali (in questo caso canzoni) on line.

ITunes non fù il primo, ma sicuramente è il più importante, perchè ha potuto mettere "in vetrina" un catalogo molto fornito di titoli, spesso supportato dalle strategie promozionali delle band che scelgono di cedergli in esclusiva le bonus track del proprio album in uscita.


Chiaro cos'è Itunes?
Un programma per il computer attraverso il quale si possono acquistare canzoni da scaricare sul proprio lettore mp3 Ipod, quindi limitato a prodotti "Apple" ossia gestibili con il Mac.

Napster...questo nome non mi è nuovo. Ricordate agli inizi degli anni 2000? Napster fu il primo vero programma che permetteva di scaricare e condividere files, che innescò il polverone mediatico e la contestazione legata al rispetto del pagamento dei diritti d'autore per le canzoni condivise. Il creatore di Napster, un po' come accadde ad Alex in "Arancia Meccanica", è stato preso e fatto passare dall'altra parte della barricata ed è diventato anche lui un negozio di files on line.


E' di qualche giorno fa la dichiarazione di guerra da parte di Napster nei confronti di Itunes. Offrendo 6 milioni di titoli, il nuovo Napster, diventa il più grande negozio di files on line del mondo, con titioli provenienti dal catalogo delle major e dalle case indipendenti, vendendo tra l'altro files compatibili con qualsiasi lettore mp3, telefonino e addirittura Iphone e Ipod. Così facendo, ossia sbloccando i files dal Drm (Digital Rights Management ossia un codec, una specie di protezione che non verrà applicata a molti dei titoli, che potranno quindi essere copiabili e riproducibili su più lettori), chi acquisterà i files di Napster, non sarà costretto ad ascoltarli o vederli solo su Ipod, con un atteggiamento meno elitario di Apple.
I costi saranno in dollari 0,99 per una canzone e 9,95 per un album.



Io finchè posso vado nel negozio di dischi che mi conoscono e mi consigliano e mi fanno lo sconto e mi compro delle cose che vedo e che tocco che sennò li perdo.

20 maggio 2008

Edo intervistato (audio podcast mp3) da Rockcast Italia


Ieri pomeriggio sono stato intervistato dal simpatico Dok, conduttore del programma rock direttamente da Sanremo via podcast "Rockcastitalia", in occasione della chiusura di rock fm.



ecco il link






purtoppo la linea è cascata proprio mentre stavo parlando della "Nottedo" e delle 24 ore conclusiva di Rock fm.

19 maggio 2008

Rocklahoma Fever Fest 2008


Si è delineato il cartellone di quello che è diventato un festival mitico già dalla sua priam edizione che si tenne lo scorso anno. La location è sempre la stessa a Prior in Oklahoma USA e lo spirito pure, ossia quello di mettere sullo stesso palco i grandi nomi che hanno contribuito a rendere grande il Glam rock, lo sleazy e tutto l'hard rock di uno dei periodi d'oro del genere, quello a cavallo tra la fine degli 80 e gli inizi dei 90.

L'edizione scorsa aveva registrato un'affluenza ottima proveniente da tutte le parti del mondo consacrando il festival tra i grandi nomi dei raduni rock di questi tempi.







La prima data è fissata per mercoledì 9 lulgio 2008, sul palco: RATT, Jackyl, All Star Fantasy Camp, Firehouse, Rock and Roll Fantasy Camp Jam.
Giovedì 10: Bret Michaels, Sebastian Bach, Dokken, LA Guns featuring Tracii Guns, Enuf Z Nuff, Vain, House of Lords, Jet Boy.
Venerd' 11: Triumph, Extreme, Lita Ford, Night Ranger, Living Colour, Kingdom Come, Armored Saint, XYZ.
Sabato 12: Cinderella, Warrant, Kix, Lynch Mob, Trixter, Black N Blue, Tora Tora, Every Mother's Nightmare, Pretty Boy Floyd.
Domenica 13: Queensryche che suoneranno il loro"Operation: Mindcrime 1", Tesla, Ace Frehley, Steelheart, Zebra, Axe.

Backstage edizione 2007




Sul palco oltre alle "vecchie glorie, alcune delle quali ancora in attività, altre ripescate per l'occasione, altre con il proprio progetto solista, anche band emergenti dalla immancabile ispirazione 80's. Nella giornata di mercoledì, come da cartellone, verrà dato spazio alla "All star Fantasy Camp", una sorta di super band nella quale rocker di fama mondiale come Gilby Clarke (Guns and Roses, Supernova, MC5, Heart...), Mark Hudson (produttore e compositore noto per aver lavorato n egli ultimi lavori di Ringo Star e per "Livin on the edge" degli Aerosmith), Eliot Easton (The Cars), Kip Winger (Winger), Mark Slaughter (Slaughter), David Ellefson (Megadeth), Chris Slade (AC/DC, Asia ecc), Earl Slick (David Bowie/John Lennon), Glenn Hughes (Deep Purple), i quali suoneranno gomito a gomito con i propri "scolari" che hanno partecipato al "fantasy camp", una specie di collegio, non prorpio accessibilissimo economicamente, dove per giorni si vive di rock n roll con clinc e jam session.

Promo del film "Heavy Metal in Baghdad"




Al termine di ognuna delle serate verrà trasmesso "Heavy Metal in Baghdad", un documentario presentato al recente festival di Berlino per la regia di Eddy Moretti e Suroosh Alvi, e per la produzione esecutiva di Spike Jonze, improntato sulla storia di quattro giovani musicisti iracheni, costretti ad attraversare una città in guerra solo per riunirsi e fare le prove con il proprio gruppo e di cosa ha voluto dire essere una band a Baghdad dalla caduta del governo di Saddam dal 2003 ad oggi.

Guns n Roses, reunion improbabile secondo Duff.


L'ex bassista dei Guns N Roses, ora con i Velvet Revolver, Duff Mc Kagan, si è nuovamente pronunciato sulla tanto acclamata reunion della storica band californiana. In un primo tempo aveva in qualche modo alimentato le voci in base alle quali sembrava non si trattasse di un'operazione impossibile. Sono diversi i personaggi del mondo hard rock come Sebastian Bach, Tracii Guns e lo stesso Scott Weiland, recentemente uscito dai Velvet Revolver dove suonano 3/5 della formazione di Appetite for Destruction, che hanno "consigliato" ed auspicato una reunion come se fosse la mossa migliore da fare, ma questi appelli eccellenti, sembra abbiano fatto flop.

Nella recente dichiarazione, Duff spiega che nonostante ci sia un legame molto forte dal punto di vista musicale con gli ex membri, anche se credo che in questo caso si riferisca ad Axl Rose, (rimasto per la cronaca l'unico membro fondatore nella band) ci sono ancora molti problemi di comunicazione tra loro e quindi appare decisamente "improbabile" che la band si riformi anche solo per una one night.

Guns N' Roses - Think About You (Troubadour, 1986.07.11)




Facendo un paio di riflessioni, sarebbe una mossa che forse avvantaggerebbe solo i Velvet Revolver, attualmente alla ricerca di un cantante per il nuovo terzo disco, ma probabilmente, metterebbe un po' i bastoni fra le ruote ad Axl, sempre più vicino alla pubblicazione dell'atteso "Chinese Democracy", che sembra avverrà in modo multiplo, indicizzato alle attuali tecnologie di promozione e circolazione musicale, con uscite differite di più di un disco, con canzoni su itunes ecc ecc. Una reunion farebbe sicuramente tornare ai fan l' "appetito" della vecchia formazione, rendendo ancora più difficile far uscire un disco nel quale il tentativo, è quello di mettere in luce le capacità componitive e le idee del nuovo gruppo con lo stesso nome.

Guns N' Roses - Welcome to the Jungle (The Roxy, 1986.01.18)




Certo che la magia dei Guns N Roses era creata dal team, dalla fuisione di tutte le menti e solo l'insieme di quelle teste, come in tutti casi, sarebbe in grado di ridare splendore a quel nome, ottenendo il massimo ottenibile da quel gruppo di musicisti, fermo restando che difficilmente raggiungerebbero i fasti di Appetite for Destruction. Immaginate le canzoni e i riff dei Velvet Revolver con la voce di Axl o le nuove canzoni di Chinese con gli arrangiamenti di Duff e Slash, magari attenuerebbero quel senso di "bello anche se manca qualcosa" che tutte quelle canzoni suscitano nei fan di vecchia data dei Gnr.

In ogni caso, una soluzione sembra ancora lontana dall'essere trovata e forse non è neanche il caso di farlo.

Recording Week end

Saluti a tutti, giusto due battute veloci.

Il tempo scorre inesorabile e il count down verso al chiusura di rock fm mi mette un'ansia micidiale, ma la vita non si ferma e ci sono un sacco di cose che devo continuare a far si che si muovano, altri semini che devo piantare sperando che maturino magari proprio come Rock fm tra qualche anno. Spesso le mani per impugnare l'aratro fanno male anche se si hanno i calli. E' quello che sto provando in questo momento ma "it's a long way to the top if you wanna rock roll".

Un'altro solco del mio aratro? La registrazione del nuovo materiale di quelli che fino ad oggi si chiamano Acamporas.
In un periodo duro come questo, ho dovuto sopportare anche la sostituzione del batterista degli Acamporas. Non è stato facile perchè nonostante la trattativa sia avvenuta con dialoghi civili, separarsi (musicalmente parlando) da un fratello come Fede, è stato, per quanto necerssario, molto doloroso.
Abbiamo quindi dato il benvenuto a bordo a Emi, un batterista giovane, dall'animo punk, dallo spirito bastardo, dall'ecletticità massima (suona anche jazz). Appena risolto il problema formazione, abbiamo inaugurato, rinchiudendici nel Numa's Liggi Studio, il problema registrazione. Otto pezzi da far imparare al nuovo drummer (compresi un paio da dover perfezionare nelle nostre menti) per consegnare al digitale, grazie all'ausilio dell'impagabile (quasi quasi non lo paghiamo) Nick Sannino, il nostro nuovo materiale in vista di una spedizione di massa in cerca di orecchie che intendano.

Ieri è toccato a me e alle mie chitarre, sono contento come non mai delle canzoni, e spero che anche altri conderanno con me queste sensazioni quando, nel giro di un paio di settimane, pubblicheremo su my space i pezzi.

Ultimo problema: Quale my space?
Dobbiamo decidere un nuovo nome, non c'entriamo più nulla con il progetto ironico ed italico degli inizi, ora la nostra miscela è aggressiva, baritona, ruggente, ritmata e un po' melanconica.

Diventeremo i The Stuntmen o i Cooter...se vi và di dire la vostra, fatelo su rockfamily.it dove è stato indetto un sondaggio qui

15 maggio 2008

Nottedo a Rock Fm 27 maggio ore 0.00 (martedì notte)


Si terrà il 27 maggio dalle 0.00 la "Nottedo".

Nell'immaginario collettivo la radio è vista sovente come quella voce che nella notte, quando i volumi della giornata cominciano ad abbassarsi e l'atmosfera incomincia ad assumere un suono più ovattato, ti prende e ti porta per mano attraverso le più disparate dimensioni che possono essere vissute e percepite ad un livello superiore, intimo, ma condivisibile.

Credo che sia per questo che ho deciso di seguire l'esempio dei miei colleghi autori di nottate in radio ora che la nostra amata Rock fm sta giungendo al termine. Come ha detto Maurizio Faulisi sul palco di piazza Liberty, dobbiamo godercela fino in fondo questa rock fm.

Ecco La NottEdo quindi. Dalle 0.00 in poi selezionerò musica dalla mia personale collezione di dischi e jammerò all'interno degli studi insieme ai colleghi della Rock fm all stars band che interverranno oltre ai grandi amici de Il Maniscalco Maldestro ed altri.

Da mezzanotte del 27 maggio ( praticamente marted' notte)
su rock fm!

13 maggio 2008

Saluti a rock fm

Questo è un po' di materiale che ho raccolto "on the road" per salutare il sito della nostra comunità che abbiamo fin ora chiamato rock fm. (Tra gli altri Chris Cornell, Duff Mc Kagan, Scorpions ecc ecc)

video

Rock Fm All Stars Band - piazza liberty a Milano 9/05/08 - the truth


Per uno straniero, venire a suonare a Milano è una gioia immensa, perchè è quasi sempre sinonimo di italiani passionali e festosi. Se sei italiano, suonare a Milano ti mette un'ansia micidiale, perchè sai che è una piazza che non ti regala un cazzo. Nel pomeriggio ho fatto un salto dal palco di piazza Liberty, che appare arsa da un sole quasi estivo, dove tecnici e organizzatori del telefilmfestival, muovendosi frettolosamente da una parte all'altra della venue, fanno svolazzare i propri pass come bandiere.

Guardandola dico a Bea "certo che sarebbe troppo bello espugnare anche questa piazza". Con "espugnare" intendo rempirla di gente al punto tale da poterla sentire come "conquistata" tanto da potersela intitolare, ma è un lusso (nessuna piazza è stata mai intitolata a nessuno dei miei gruppi, ma ne ho espugnate parecchie) che per il momento mi ero potuto permettere solo con il Patchuko Staff in terra ligure.


Come detto anche dai miei colleghi della Rock fm all star band in onda su rock fm è stata una festa che è andata oltre ogni migliore ipotesi.


Ricevere gli applausi durante il souncheck a porte aperte ci era già successo a Russi e aveva portato molto bene e già quello è stato un buon presagio, tanto che per scaramanzia abbiamo cercato di rifarlo nello stesso modo.


Quando sono salito sul palco, dopo la toccante presentazione del collega e amico Maurizio Faulisi, ero stordito! Avevo davanti la piazza stracolma di gente che gridava "rock fm!!! rock fm" e sul palco c'ero io...meno male che la prima era "It's so easy", che oramai la suono anche senza pensare, perchè le mie dita erano di alabastro dall'emozione e non riuscivo a farle viaggiare sulla chitarra.



Durante "Same Old Song and dance" degli Aerosmith, Max mi tira inavvertitamente una cartella fotonica sul manico della Les Paul e durante l'assolo scopro che la corda "si" è scordata di un tono e mezzo...brutta sensazione, dovrò finire il pezzo con la chitarra scordata!


Tempo di riaccordare e lo show riparte alla grandissima, sarà la location, sarà la tensione pre concerto finalmente dissolta, ma si crea un interscambio di energia tale che una roba del genere io non l'ho mai provata. Sentire l'urlo della folla che ti arriva sul petto e ti sposta indietro è stato incredibile.


Poi l'appello a Brian May dei Queen, che al momento è salito all'onore delle cronache per il suo tentativo di salvare Planet Rock, una radio inglese che come Rock Fm chiude il 31/05. Forse era meglio chiederlo a qualcun altro visto che le sue finanze sono già impegnate per la radio inglese, ma tentar non nuoce.

Bryan May Please Save rock fm!!!!



Poi Davide Tofolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti sale sul palco, con il quale mi sono seduto alla batteria per suonare una versione molto white stripes di "Mio fratellino ha scoperto il rock n roll". E' stato veramente un piacere, considerato che adoro i Tarm e che con i miei Acamporas, suonavamo la sua "Uomo Mangia Uomo".

Sul finale di "Eptadone" (orfani di Freak Antoni impegnato altrove) dopo aver avuto ospite il grandissimo Metius per "Blitzkreig Bop" e "Should I stay...", ho sentito che era il caso di farlo. Cosa? Ho preso la Peavey che avevo in mano e l'ho scagliata al suolo proprio come Paul Simonon sulla copertina di "London Calling". Non si è rotta, ci riproverò.


Chiusura con "Ragazzo di Strada" e soprattutto con l'abbraccio con i membri della famiglia rock, quella che ama il rock e rock fm, quella che se volete ne parliamo sul sito rockfamily.it, oltre all'emozionante Stage diving e crowd surfing! che figata!

Non sono uno che piange, le lacrime le tengo per i momenti tristi, ma il mio stomaco non ha ricevuto cibo per quasi tutte le 24 ore successive, d'you know what I mean?
Ora si va a Gello per l'ultima data in quella che è diventata la nostra terra d'adozione, la Toscana!


Un sentito grazie allo staff del Telefilm festival che ci ha voluto sul palco della manifestazione. Un ulteriore grazie perchè quando ci hanno contattato, regnava un grande clima di incertezza su cosa sarebbe stato di Rock Fm visto che ci avevano appena comunicato che avremmo chiuso, ma non sapevamo ancora nè quando nè come. Allo staff del Tff non è interessato e ci hanno voluto lo stesso, qualunque fosse stato il destino della radio ed è per questo che non smetteremo mai di ringraziarli!

12 maggio 2008

Rock Fm All Stars Band - piazza liberty a Milano 9/05/08

Max e Piazza LIberty

Edo Rossi


Per adesso metto qua due filmati e due splendide foto della splendida Bea, poi domani vedo se riesco a trovare le giuste parole per descriviere le inimmaginabili emozioni provate.



MUSICA: RADIO ROCKFM, CHIUSURA CON STILE A FINE MAGGIO

(AGI) - Roma, 10 mag. - Essere indipendenti non sempre paga. A

volte si', ma puo' comunque non bastare. E' il caso di RockFM,

da 18 anni radio libera di Milano e parte del nord Italia.

Radio libera per vocazione, piu' che per semplice definizione o

per appiccicarsi addosso un'etichetta retro' che fa tanto

snobismo di fronte alle pressioni del mercato. Un'emittente

dalla formula genuina, da sempre gradita dai suoi tanti fedeli

ascoltatori, che l'hanno premiata passando dai 90mila dell'anno

scorso ai 160mila attuali (dati Audiradio). Non abbastanza,

dicevamo. Almeno secondo l'editore, che ha scelto di chiudere i

battenti, stroncando l'esperienza di RockFM proprio al

compimento della maggiore eta'.

Da fine maggio addio al classick rock in dosi massicce con

virate quotidiane verso il metal. Solo silenzio e spazio alla

nostalgia. Le cause? Marco Garavelli, il direttore artistico,

non ne parla: "Non ci pensiamo - spiega all'Agi - vogliamo

chiudere a testa alta. Stiamo organizzando un lungo contenitore

di spazi che verranno riservati a tanti graditi ospiti del

panorama musicale italiano e straniero". Tra loro gia' certa la

presenza di Negramaro, Baustelle, Afterhours e Pfm, dal 26 al

30 maggio. Un addio col botto dunque, tanto per essere

prosaici. Un'ultima settimana in grande stile, che culminera'

con una lunga diretta, in programma dal 30 al 31 maggio, dalle

18 alle 18. Un'ultima parabola in grande stile, che

coinvolgera' anche tutti i deejay presenti e passati, alcuni

dei quali diventati con il tempo volti e voci note a livello

nazionale. "Ci saranno grandi ospiti, molti dei quali

suoneranno in acustico", sottolinea Garavelli, che non si

lascia prendere dal rammarico e snocciola i nomi illustri che

in quella radio hanno mosso i primi passi o sono passati una o

piu' volte, in segno di stima, di affetto o solo per caso.

Ringo, Federico l'olandese volante, Elena Di Cioccio e cosi'

via. Dopo rimarra' soltanto il sito www.rockfamily.it, lo

spazio internet che la redazione della radio (dieci elementi in

tutto tra collaboratori e deejay) sta realizzando in questi

giorni allo scopo di preservare la storia dei 18 anni di

RockFM, di fornire informazioni relative alle future attivitÃ

di ciascuno dei membri dello staff e, soprattutto, di

continuare a tenere viva la voce di chi ha fatto, ascoltato,

amato RockFM. Non e' tardi per scoprirla: il lungo atto di

chiusura, gia' da oggi, e' ascoltabile ovunque nel mondo in

streaming web. Quantomeno per capire cosa si sta per perdere.

(AGI)

Red/Cva

101247 MAG 08

06 maggio 2008

Edo & Rockfamily news.

Martedì ore 18 a rock fm intervisterò telefonicamente in diretta il cantante dei mitici Nazareth prossimi alla pubblicazione di un nuovo album.

ecco il loro più grande successo "hair of the dog"

Giovedì 8 maggio dallle 14.30 alle 15.30 saremo ospiti del programma "Database" Su Rock Tv Canale 718 di SKy

Venerdì 9 maggio ore 21.00 Concerto Rock Fm All Stars Band in piazza Liberty a Milano sul palco esterno del "telefilm festival" Ingresso gratuito.


Rock Fm All Stars Band a Russi.

Un altro bel week end passato all'insegna del rock n roll!!!! (domani vi parlo dei rockpit)


Confesso che domenica sera mi facevano male le dita da quanto avevo suonato, ma era un dolore che provocava lo stesso effetto di quando hai male agli addominali dopo una notte d'amore!


La trasferta romagnola era parecchio sentita, era la prima assoluta, e nessuno di noi si era mai presentato da quelle parti con un dj set o con un prorpio gruppo, da quando le nostre timide e malandate frequenze hanno iniziato ad irradiare il nostro segnale dal massiccio contenuto di rock n roll in quelle zone.
Dopo pochi secondi dal nostro arrivo a Russi scopro che in piazza Farini ci si sente a casa facilmente. Subito facciamo autografi e incontriamo e abbracciamo i amici romagnoli e i "vecchi" membri della famigliarock (http://www.rockfamily.it/) provenienti da Toscana, Lombardia, Veneto e Liguria.

La piazza è piuttosto grande e sembra difficile da riempire, ma già dal soundcheck che abbiamo fatto "a porte aperte" ho avvertito che in Romagna...beh se solo le nostre frequenze fossero arrivate prima!!! Finite le prove attendiamo che arrivi il Maestro "Freak" Antoni per cominciare "sono a Massalombarda" dice e noi "non sarà mica in provincia di Varese???" ignorando l'esistenza del paese romagnolo a poche decine di chilometri da Russi.




I Pay sono sicuramente una delle migliori band che poteva aprire il nostro concerto, visto che Ariel (Mr Grankio) e Mr Pinguino fanno subito sentire aria di "Rock fm show" alla folla, che nel frattempo va man mano infoltendiosi. I varesotti snocciolano il loro punk n roll con le loro melodie e simpaliriche, oltre al mini set della propria versione "elettrottanta" con tanto di cover di Pet Semetary dei Ramones.




Quando cominciamo la piazza è gremita, ma la mia mano destra è congelata dall'umidità al punto che per un attimo ho dubitato di essere il chitarrista della band e di essere stato capace di mettere in fila un paio di accordi.



I primi tre pezzi sono letteralmente stati di riscaldamento. Abbiamo controllato che i volumi sul palco fossero buoni (grande Leo anche se ...) così come le nostre connessioni mentali e ho avvertito che band e pubblico, fossero di fronte come due pugili...i primi round in genere servono per studiarsi no?
Poi finalmente botte (d'affetto) da orbi!!! Scatta il calore e parte alla grande la festa. Le incursioni del Maestro "Freak" Antoni iniziano a diventare essenziali nel nostro show, oltre al fatto che ogni sera improvvisiamo un pezzo degli Skiantos. A Donoratico "Gelati", a Russi "largo all'avanguardia"... il bello della Rock Fm All Stars band è anche quello, anche se non vorrei che pensaste che le atre canzoni che suoniamo siano state preparate con chissà quale cura.
Quelle che semba abbiano colpito la folla sono Ace of Spades, Paranoid, Territorial Pissing e Rock n roll all night.
Finito il concerto è stato veramente emozionante incontrare voi e la vostra carica e "scontrarci" con un frontale ai 100 all'ora con il vostro affetto. Lo abbiamo incamerato tutto ai limiti della commozione, sembra veramente impossibile che vogliano separarci!


A cena andiamo da Pino. Non mi è mai capitato di entrare in un ristorante pizzeria all'1.30 e trovare lo staff gentile e sorridente che non dice frasi del tipo "La cucina è chiusa, vi diamo solo pizza" oppure "torta di riso finita!", ma che ci mette sotto il muso il suo menù completo, dando da mangiare alla grande a più di 15 persone! A tavola si parla di tutto, dai dischi rari degli Skiantos a Ponzio Pilato, alla gentilezza dei Romagnoli, alle stecche di Mox.
Grazie Zigulo e grazie a tutti quelli che hanno organizzato questa serata splendida che non dimenticheremo mai!


ps grazie anche a Maxmurder per le foto, se ne avete mandatele pure a edo@rockfamily.it

05 maggio 2008

Emigrate - New York City



Emigrate - New York City

la band del chitarrista dei Rammstein Richard Kruspe