31 maggio 2008

ci siamo quasi

Mancano poche ore alla fine di rock fm...sono confuso, ora tutto sembra "normale" come un giorno qualsiasi...tra qualche ora andrò in onda più o meno alla solita ora di sempre, ma non sarà come sempre. L'unica cosa in comune sarà che sento il tempo volare inesorabile.
Fino a oggi non vedevo l'ora di cominciare, oggi ne farei a meno.

16 commenti:

Anonimo ha detto...

Vi sto ascoltando quasi ininterrottamente da ieri sera.
Non nascondo le lacrime, come per ogni cosa bella che non tornerà più.

Anonimo ha detto...

Non so se riusciro' ancora ad ascoltare la radio. Per me "la radio" e' sempre stata fatta dalle vostre voci...

Anonimo ha detto...

Era tanto che non mi sentivo così triste.
Non ci ho creduto fino all'ultimo, e invece...
Ma per noi non chiuderete MAI!!!
VIVA ROCKFM!!!!!

Anonimo ha detto...

..in questo momento sto ascoltando i "saluti finali" (visto che purtroppo non posso essere lì a milano con voi)..e sto piangendo, non ve lo nascondo..mi mancherete tantissimo, grazie per tutto quello che mi avete regalato!!

vally

Cristiano ha detto...

Ragazzi vi sto ascoltanto con gli ultimi saluti uno ad uno, e non sapete la tristezza che ho dentro.
Come hai appena detto tu Edo... è sempre stato un piacere premere il pulsante del mic, questa volta NO!
Ecco cosi per me è sempre stato un piacere e una gioia ascoltarvi, sia per la musica ma anche per voi, perchè una radio senza voci non è una radio, ma un freddo cd!

MarcoCash ha detto...

Ho seguito anch'io quasi ininterrottamente la 24ore, e ammetto che ora un po' di magone ce l'ho.
Ho cominciato ad ascoltare Rock FM nel 98, a fatica (qua a Monza, almeno a casa mia, si sentiva da cani), poi per un po' l' ho persa di vista, o almeno l'ascoltavo solo quando mi capitava di trovare le frequenze buone (ma era sempre memorizzata nella mia autoradio). Infine, da qualche mese, avevo ripreso ad ascoltarla in macchina andando e tornando da Milano, in coda in tangenziale. La mattina Ariel, al ritorno a casa tu. Che dire, mi dispiace da morire, e vi auguro tutta la fortuna possibile. Oltretutto, come se non bastasse, oggi ho scoperto che il posto in cui, sempre in quegli anni, passavo con i miei amici il sabato sera (il mitico Madigan's di Osnago) è stato definitivamente abbattuto 5 giorni fa... praticamente, oggi ho letteralmente visto sparire i miei 18 anni.

manuel ha detto...

Edo, io non ho parole...

Spero di divertirmi domani a Firenze...

Mi mancate gia' molto.

Veramente, un grandissimo peccato!

Anonimo ha detto...

ho un "nodo" fottuto alla gola che mi rende inquieto; non riesco a darmi pace. Cerco sulle frequenze surrogati che non potranno, in alcun modo, sostituirvi. Le voci di Ariel e Max commosse, le poche parole di commiato di Giulio, il malcelato ottimismo di Fabione, gli evidenti rimpianti di Marco, Claudia, Edo, Mox e Maurizio sommersi dalla presenza di una meravigliosa folla acclamante,quei microfoni che cercavano di carpire le ultime emozioni che siete riusciti a regalarci...Bhè ho pianto come un bambino di quarant'anni mai domo di fronte a quello che io considero, a tutti gli effetti, un sopruso editoriale.
Grazie ragazzi vi voglio bene.
Roberto papà triste da Milano

macca73 ha detto...

vi ho ascoltato per 16 anni e continuero' ad ascoltare l'eco delle vostre voci all'interno del mio cuore....... spero dal profondo di poter ricevere notizie delle vostre destinazioni per seguirvi ancora e chissa' magari potervi risentire ancora tutti insiene..... il rock non muore mai e la vostra famiglia e' eterna. con stima e affetto. (Macca73 da Prato)

Flavia ha detto...

Ieri pomeriggio ero là...era tutta la mattina che vi ascoltavo. Occhi lucidi ieri come oggi. A PRESTO, un abbraccio a te Edo e a tutti. Flavia

P.s. "Risplendere, risplendere sempre è la parola d'ordine mia e del sole". Così scriveva Vladimir Majakovskij. Pero' questo risplendere non vuol dire stare in vetrina. Vuol dire mantenere intatto il dono. Il dono della scrittura, della musica, del libero pensiero. Il dono semplicemente di essere se stessi.

40 ha detto...

Edo sei un vero cinghiale. O forse lo sembri.
Il tuo saluto ieri è stato davvero granitico, sembrava quasi che non riguardasse te.

Lo sappiamo che non è così.

CAZZO IO VOGLIO RISENTIRE LA TUA VERSIONE ACUSTICA DI WRATHCHILD: E' S-E-N-S-A-Z-I-O-N-A-L-E !

40 ha detto...

(... la linkeresti su RockFaMily?)

Giulia ha detto...

Grazie per tutto.
Ho ancora il magone. Spero tanto che qualcosa di buono possa arrivare, per tutti voi.

Anonimo ha detto...

ho passato più di 28 ore lì sotto...non riuscivo a staccarmi da voi...e forse non ci riuscirò mai...siete delle persone uuniche ..sei una persona unica...
grazie per essere stati una parte così importante della mia vita...
Cate

Giorgio Salati ha detto...

ciao Edo, ho postato sul mio blog un pensiero dedicato a voi di Rock Fm.

keep on rockin'.

Joe

Naty ha detto...

Edo ci siamo scambiati un paio di sguardi alla Flog a fine serata ero quella che aveva una cesta di capellicastani neri in mezzo al branco...ma apparte i miei capelli i tuoi occhi... sei una persona vera, sei bello...bello dentro mi hanno trasmesso tanto... questo è importante, si vede per come ti muovi...per quello che esprimi.
L'amarezza è tanta si è percepito..ma voi siete un gruppo affiatatissimo non smettete di fare serate, continuate subito a giro per l'italia vedrai che qualcosa di bello succederà...Ti voglio bene come a te a tutti i ragazzi che ti hanno accompagnato in questa lunga strada...ho registrato tutte le 24 ore sulle cassettine di una volta ne ho 16 mi manca dalle 4.00 alle 9.00 della mattina, cercherò di portarle su cd e poi le metterò sul mio profilo a rockfamily. Un Dolcissimo Bacio Naty*****