18 giugno 2007

Heineken jamming festival 2007 - day 1.

Parto da Milano alle 11 con un botto e mezzo di cose nella testa ed un unica certezza...ci sarà traffico!!!
Ho un' intervista con gli Stone Sour alle 15.30, "beh dai...ce la posso fare".
Alle 15 Barbara di Roadrunner mi chiede dove sono ed io molto imbrazzato sudato e incazzato dico "intorno all'area del festival" e lei "tieni duro e un casijnop ma ce la puoi fare!"
Parcheggio a 2 km dal Parco, piove, sono in ritardo per colpa del traffico e non ho neanche mangiato!
La Anto mi manda un messaggio e mi chiede "com'è il festival?" io le rispondo "odio tutti e tutto!"...tra me e me penso "ideona farlo qui l'heineklen!!!"

Prima Barbara e poi Shawn, il bassista degli SS mi accolgono al festival. Intervista perfetta, ho un nuovo "amico" famoso. ah ah ah.

Finalmente mangio e cerco di orientarmi nell'immenso backstage e capiso che si sono fatte le cose in grande! Vado dal palco a guardarmi un po' di Mastodoon e solo in quel momento mi rendo conto che nonostante trovare quella location, parcheggiare, albergare sia un fottuto delirio, è sicuramente l'area più bella nella quale abbia mai visto un festival.

Mi avvicino al palco B, cominciando ad impratichirmi tra le vie ed i passaggi della "città" nella quale sarei dovuto stare per tre giorni. Arrivo in tempo per vedere gli Extrema...ragazzi complimenti! Prorpio un bello show!

Ritorno dal main stage, vedo gli Stone sour...rimango colpito dalla telecaster di John accessoriata con pick up attivi...strano molto strano ma la resa è buona...
Saluto l'ufficio stampa dell'heineken dove con le splendide Manu, Jessica, Lara, Elena, Anna ci facciamo 4 chicchere e du risate. Vado a cenare nell'ospitatlity heineken. Sempre lussuosa, la birra spillata sempre in quel modo fantastico, mi fa ridere il contrasto tra tutta questa precisione e le immagini trasmesse dagli schermi con su gli Slayer che capottano l'audience festivaliera nonostante l'inizio del concerto com mezz'ora di ritardo..

Dopo il disio ecco gli Iron! Different World è la prima...cazzo mi avevano detto che facevano le canzoni dal quinto al nono disco....vabbeh!
Dopo i primi tre pezzi realizzo:"Hey Edo, smettila di contare le luci della scenografia...sveglia!!!! hai il pass, vai nel pit a vedere da vicino le dita dei maiden che ci stai impazzendo."""

Arrivo giusto in tempo:"Wratchild!!!!" Dickinson spara un urlo pazzesco durante l'assolo, ben più alto e aggressivo della versione del disco, Adrian e Dave si voltano stupiti a guardare Bruce veramente divertito dal pubblico e dalla serata.

Scream for me Veneziaaaaa!!!! Pelle d'oca! L'impressione e che ci sia in atto una sorta di "ce l'hai" tra i membri della band che quando possono, si toccano e si indicano in modo curioso.
Bruce annuncia che l'Italia è un posto particolare per i Maiden e che sono ben 25 anni che è uscito The numer of the beast e ci regala "Children of The Damned".

Poi, di pezzone in pezzone, passando per una molto sentita Fear of the dark,



concludono la prima parte con Iron Maiden con tanto di carro armato spettacolo spettacolo che spunta alle spalle del batterista.
Bruce rientra e quasi non riesce a parlare a causa del frastuono e del tifo della caldissima arena.
Guardo il cielo e vedo gli aerei che atterrano a Venezia illuminati dai lampi (no, ancora acqua no!!!!)
Annuncia che stanno costruenedo una piramide e che l'anno prossimo torneranno con qualcosa di più egizio.....mamma un tour dedicato a Powerslave??? pelle d'oca!
"What's the time?" "What's the time? "...."it's 2 minute to midnight!!!!!" oh mio dio!!!! Nicko non è molto in forma, sembra che suoni con il cuore, visti diversi errori acluni dei quali seguiti da acchitacce di Steve Harris negli occhi del quale si leggeva chiaramente "Niko cazzo stai facendo?"
Hallowed by thy name per concludere...Grazie Iron, bella serata!

Esco dal parco con la pelle ancora accapponata e mi lanco alla ricerca dell'albergo.
Certyo che dopo l'intensa giornata, la stanchezza, i mille chilometri fatti a piedi ele tristementi famose aree industriali attraversate scoprire che il proprio albergo è a Malcontenta a 10 km da Mestre, non migliora il mio umore...cazzo però Fear of the dark

2 commenti:

natfly ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
natfly ha detto...

ciao edo, sono natfly, seguo da parecchio tempo rock.fm, in questo momentio sto ascoltando la tua trasmissione .... stasera vado a vedermi i queens of the stone age ...stammi bene ....e casomai ne avessi voglia fatti un giro sul mio blog : http://natcomics.splinder.com/