29 aprile 2008

24 - 27 aprile - Resoconto di un po' di emozioni...

Il 24 aprile comincia la mia "tourneè". Parto finita la diretta in radio per andare a Sestri Levante dove mi aspetta l'ultima data del Mojotic festival. Io metterò i dischi dopo i Baustelle. Il Mep è stracolmo e sono molto contento perchè questo festival è andato molto bene nonostante qualche piccolo inconveniente qui e la. Il dj set non lo vivo benissimo come gli altri fatti dopo il concerto di Modena e Bluebeaters, perchè c'è una compagnia "di troppo" che come al solito non ha capito il perchè siamo li, ossia per divertirci in modo diverso dalle altre discoteche. Loro invece ballano e pogano in modo menefreghista pensando solo al proprio divertimento, senza rendersi conto (credo) di quanto fossero molesti. Tuttavia il risultato è che sono state fatte tre grandi serate all'insegna della musica non pop in terra Tigullina e sono alla fine dei conti andate molto bene, quindi sono molto contento di averne fatto parte con il Patchuko Staff grazie ai ragazzi del Mojotic.

Il 25 avevo il famoso "giorno off", ma non mi sono esattamente riposato, visto che mi sono avvicinato a Donoratico, dove avrei suonato il 26, facendo tappa a Volterra andando a trovare i miei amici "maldestri" e "co-Rockpitiani" Tonjio, Borrkia e Tombolo, tra cene e giri turistici con poche ore di sonno sulle spalle derivante anche dalla settimana rock n roll appena trascorsa tra il concerto dei Down di martedì e la serata al "rock n roll" mercoledì.

Irresistibile il richiamo del rock n roll acustico
qui sono con il borrkia jammando insieme a tonjo e eu (non inquadrati)
al parco di Volterra

Di Donoratico avevo un bel ricordo e raggiungere la località Tirrena è già di per se una gioia. In più il tempo è buono e la serata si preannuncia di fuoco.
Dopo aver letteralmente parcheggiato sul palco (hey, mi avevano detto che il souncheck non si sarebbe fatto e di arrivare con comodo alle 19) alle 18.30 per un check in super ritardo, volo in albergo per prepararmi alla serata facendomi una bella doccia rigenerante.

Torniamo sul posto del concerto e dopo aver fatto cena con il grande Jack Trivella e la dolcissima Gianna e altri dello staff organizzativo, saliamo sul palco e avvertiamo che sarà una serata particolare, perchè eravate mille sorrisi come dire "hey rock fm, siamo con voi e siamo qui come ci avete chiesto, con il sorriso sulle labbra per celebrare il rock n roll!". Speriamo di aver restituito almeno in parte la carica che ci avete trasmesso.

Effettivamente, ogni concerto che passa, sono felice di constatare che suoniamo sempre meglio (nonostatnte abbiamo fatto 2 sole prove per questo farewell tour) ed essendo più coesi si riesce anche ad essere più disinvolti mentre si suona, per concedersi meglio, invece di restare a faccia bassa o peggio ancora girati verso il batterista, speranzosi che si ricordi lo stacco.


C'era anche Freak! Sti cazzi...Max ha avuto l'onore di dire "unodueseinove", ma stavolta io ho avuto l'onore di partire con il riff di Eptadone e di sentire dalla mia cassa spia la vera voce del cantante di quel pezzo. Lo avevamo già fatto a Milano il 6 ottobre scorso, ma stavolta me lo sono proprio goduto.
A fine serata è stata ovviamente Claudia a dare spettacolo diopo aver ripetutamnte baciato la bottiglia di Jack e aver partecipato alla gara di Rum e pera che si è tenuta al bar!


Tutto bene tutto bello, spero di potervi mostrare al più presto i filmati, peccato che domenica pomeriggio alla solita partitella di calcio dopo meno di un'ora ho preso una forte ginocchiata all'inguine che ha un po'compromesso il mio umore e il mio modo di camminare, oltre alla diretta di ieri sera.

Grazie davvero di cuore a tutti voi, grazie anche a chi si è fatto un sacco di chilometri per venire a vederci, vi abbraccio fortissimo metaforicamente anche se sabato sera vi avrei preso uno per uno! Grazie ad Alessia (ma sei fuori vuoi l'autografo???) e MaxMurdok per le foto.

Mi raccomando mandatemi le altre foto a edo@rockfamily.it

Grosse emozioni comunque! Ora si parte per Russi, un'incognita, mai nessuno di noi è stato da quelle parti. Noi portiamo rock n roll voi?

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Edo,
beh, in bocca al lupo per Russi! Io a 5 km da lì c'ho passato i miei primi 19 anni e non ti dico la sorpresa nel tornare dai miei e sentirvi uscire dallo stereo romagnolo ormai orfano da secoli di Radio Melody di Cesena... i bei tempi del Vidia!
Sono sicura che sarà una bella serata, e per quel che mi riguarda ci vediamo a Milano!!!
Ciao,
Laura

CaMpUs ha detto...

ma... Una bella serata Concerto + patchuko coi Gem Boy?:-P;-)

Roby (da caravaggio) ha detto...

unodueseinove :) FANTASTICO!
Edo, il Freak ce lo portate anche a Milano?

Edo's blog ha detto...

no, credo che il Maestro Antoni abbia una data altrove e non possa essere con noi a Milano